Io, mai niente con nessuno avevo fatto

Vucciria Teatro

21

Luglio

Presentazione

Un paesino di Sicilia, fine anni ‘80. Due cugini crescono come fratello e sorella e giocano per cancellare la solitudine ancestrale di una famiglia senza padri. Sono prede troppo vulnerabili senza nessuno che dia loro consapevolezze o difese: dietro le persiane è nascosto un paese che spia, giudica e non vive. Tentano di combattere il loro destino per sognare, lei di lasciare quell’isola che li culla e li affoga, lui di amare liberamente un uomo. Come in una tragedia antica va espiata la colpa di chi si ribella e il giovane puro è sporcato dallo spettro dell’Hiv. Lui che ‘mai niente con nessuno aveva fatto’ s’infetta d’amore. Mentre tutti piangono già la sua morte, il suo istinto alla vita esplode candido e redime il paese. Io, mai niente con nessuno avevo fatto è la storia di Giovanni, incarnazione dell’ingenuità e della passione allo stato puro, dell’innocenza che supera tutte le barriere della conoscenza e dell’ignoranza: un pezzo unico di anima che dice tutto quello che pensa, che crede a tutto quello che gli viene detto. Giovanni è la forza e il coraggio di chi non riesce a vedere il mondo se non come uno spartito di note da danzare. L’istinto alla vita, alla sopravvivenza. Al di là della malattia. Al di là del male.
  Drammaturgia e regia: Joele Anastasi con: Joele Anastasi, Enrico Sortino, Federica Carruba Toscano aiuto-regia: Nicole Calligaris | costumi: Giulio Villaggio | disegno luci: Joele Anastasi foto: Dalila Romeo | video: Davide Maria Marucci | Assistente alla regia: Chiara Girardi Produzione: Fondazione Teatro di Napoli - Teatro Bellini | Coproduzione: Vuccirìa Teatro

Frammenti

"Rosaria mi ha detto che, forse, domani ci andiamo a prendere il traghetto. Me l’ha detto Rosaria! Non vogliamo salire fino a Milano, vogliamo fare avanti e indietro un paio di volte per la Calabria. Rosaria mi ha detto che l'ha sopra c'è sempre un sacco di vento. Però deve essere bellissimo,perché dice che ogni tanto si vedono pure i delfini. Rosaria dice che forse... Forse ci possiamo pure tuffare da là sopra... Ma t'immagini comu fussi bellu notari no menzu ‘ro mari? Seccunnu mia fussi comu abballari"

Riconoscimenti:

2013
ROMA FRINGE FESTIVAL migliore spettacolo, migliore drammaturgia, miglior attore
2014
SAN DIEGO INTERNATIONAL FRINGE FESTIVAL, migliore spettacolo

21

July

Io mai niente con nessuno avevo fatto

21 Luglio - Teatro del Porto - Ore 21:30

I ragazzi di Vuccirìa Teatro, con la semplicità e l'intelligenza di cui spesso si sostanzia il teatro più memorabile, raccontano una storia dall'impatto emotivo travolgente coniugando il bozzetto paesaggistico di una Sicilia ancestrale corrosa dal sole cocente e dalla povertà con il sentore di un fato opprimente derivante dal modello della tragedia greca. Una storia di sconcertante potenza

Andrea Cova / Saltinaria.it

Un palco spoglio e semivuoto si trasforma in uno spicchio di Sicilia dipinto come una pala d’altare: un baule sullo sfondo e tre figure in ribalta, tre figure come a formare un polittico, come fossero tre quadri da vedere prima uno alla volta, poi tutti insieme, quadri parlanti, a tratti all’unisono fra più voci

Michele Donato / Il Pickwick

Ci si potrà abbracciare soltanto da soli, in un misto di tenerezza e nostalgia. Eppure non soffrono di solitudine i personaggi, anzi, qualità del testo è la capacità di legare a lo doppio momenti e storie diverse, fi durante i quali anche due opposti potranno usare gesti e parole identiche per parlare di cose che seppure diverse dicono dello stesso bisogno di consolidare legami, che non possono più essere ma di cui diventa necessario riappropriarsi

Viviana Raciti / Teatro e Critica

Gli altri spettacoli

24

July

Esilio

24 Luglio - Teatro del Porto - Ore 21:30

28

July

In fondo agli occhi

28 Luglio - Teatro del Porto - Ore 21:30

31

July

Gianni

31 Luglio - Teatro del Porto - Ore 21:30